Comunicato

EUROPAM SI FA CARICO DI RISARCIRE I FAMILIARI DEL POMPIERE LOREFICE

Negli ultimi giorni la vicenda dell’incidente che ha provocato nel 2005 la morte del vigile del fuoco Giorgio Lorefice, è stata oggetto di cronaca. La società Europam, come già fece a suo tempo, è vicina alla famiglia del pompiere ed esprime tutta la propria partecipazione per il dolore prolungato a seguito della vicenda giudiziaria.

Mario Costantino, presidente di Europam, pur ribadendo la propria estraneità ai fatti accaduti, e come già dichiarato, si è sempre fatto parte attiva affinché le imprese assicuratrici primarie risarcissero i danni agli eredi di Giorgio Lorefice.

Nonostante le pressioni sulle assicurazioni, come noto, il risarcimento alla famiglia della vittima non è ancora stato versato. Europam, considerati i molti anni ormai trascorsi dalla data dei fatti, ha deciso, di pagare in prima persona quanto dovuto agli eredi di Giorgio Lorefice.

Allo stesso tempo, Europam tiene a ribadire che nessuna responsabilità in merito a tali fatti è da imputarsi alla società. Ne è prova il fatto che la Procura di Genova non ha mai coinvolto Europam nel processo penale, ormai da tempo concluso. Processo penale che ha portato invece alla condanna dell’autista della società Saregas, società di autotrasporto terza, alla quale era stata affidata la consegna del GPL.

Ciò nonostante, in ambito civile, il giudice ha ritenuto opportuno, dopo 15 anni, coinvolgere Europam, ascrivendole responsabilità non strettamente legate all’accadimento dei fatti, ma esclusivamente per la propria qualifica di committente, avendone ordinato la consegna. Naturalmente sono state condannate al risarcimento dei danni la ditta Saregas Srl, ormai in stato fallimentare, e le due imprese assicuratrici.

 

Il Presidente
Dott. Mario Costantino